Roma, 15 set – Domenica 15 settembre, Misano Adriatico, GranPremio di San Marino:
Marquez trionfa all’ultimo giro. Si inizia da una griglia di partenza molto sui generis con Vinales in pole, seconda la Ktm di Espargaro seguita dalla Yamaha Clienti del giovanissimo Fabio Quartararo. La gara si designa già per quello che sarà: una fuga in solitario del rookie tampinato molto da vicino dalla formica atomica che fino allo scorso Gp era ritenuta imbattibile.


Duro week-end per tutti i ducatisti, che arrancano dalle libere alle qualifiche, per poi terminare la gara portandosi a casa soltanto un sesto e un decimo posto con le due moto ufficiali. A sorpresa, però, due italiani – entrambi su Yamaha – si contendono i due posti a ridosso del podio: uno è Valentino Rossi, reduce di una scaramuccia con Marquez in qualifica, e l’altro è il giovane Franco Morbidelli. La gara ha tenuto, per tutta la sua durata, un ritmo molto blando senza colpi di scena, risultando quasi noiosa, salvo l’ultimo giro, in cui il solito Marquez, dopo aver studiato al microscopio il 20enne francese, lo castiga surclassandolo e resistendo alla sua pronta risposta.

Ordine di Arrivo
Marquez (Honda)
Quartararo (Yamaha)
Vinales (Yamaha)
Rossi (Yamaha)
Morbidelli (Yamaha)
Dovizioso (Ducati)
Espargaro (KTM)
Mir (Suzuki)
Miller (Ducati)
Petrucci (Ducati)
Zarco (KTM)
Espargaro (Aprilia)
Rabat (Ducati)
Lorenzo (Honda)
Syahrin (KTM)
Oliveira (KTM)
Abraham (Ducati)
Nakagami (Honda)

La classifica aggiornata della MotoGP
1 Marc Marquez 275
2 Andrea Dovizioso 182
3 Danilo Petrucci 151
4 Alex Rins 149
5 Maverick Vinales 134
6 Valentino Rossi 129
7 Fabio Quartararo 112
8 Jack Miller 101
9 Cal Crutchlow 88
10 Franco Morbidelli 80
11 Pol Espargaro’ 77
12 Takaaki Nakagami 62
13 Joan Mir 47
14 Aleix Espargaro’ 37
15 Francesco Bagnaia 29
16 Andrea Iannone 27
17 Johann Zarco 27
18 Miguel Oliveira 26
19 Jorge Lorenzo 23
20 Tito Rabat 17
21 Stefan Bradl 16
22 Michele Pirro 9
23 Sylvain Guintoli 7
24 Hafizh Syahrin 7
25 Karel Abraham 5
26 Bradley Smith 0

Tommaso Ceccarelli

1 commento

Commenta