Stoccolma, 25 mag – Il sesso ridotto ad una questione quasi di carte bollate, con la morale imposta dal governo e pronta ad insinuarsi perfino nei rapporti di coppia. Succede in Svezia, dove mercoledì il parlamento ha approvato una nuova legge che, con l’obiettivo di combattere la piaga delle violenze sessuali (e per apagare la brama di sangue del movimento #MeToo), dà vita ad un mostro giuridico.
Una piaga, si è detto. Sì, perché nei “civili” ed “evoluti” paesi nordici la violenza sulle donne fa regitrare da anni cifre record che distanziano di misura la Scandinavia da tutto il resto del continente europeo. Un problema “di cultura e di mentalità”, spiega Katarina Bergehed di Amensty International, fra i principali sponsor della nuova legge.
E come fare per cambiare questa mentalità? Facile: equiparando i maschi agli stupratori. In Svezia, da oggi, tutti gli uomini saranno considerati come dei potenziali violentatori seriali. E se per farlo c’è bisogno di ribaltare secoli di diritto, allora che si faccia. La nuova legge cambia infatti alla radice il reato di stupro, per definire il quale non saranno più dirimenti né la violenza né la coercizione, ma sarà sufficiente il mancato consenso da parte della donna. Questo mancato consenso sarà da presumersi anche senza un “No” esplicito, basterà che la vittima rimanga semplicemente passiva: “Se una persona vuole fare sesso con qualcuno che rimane con un atteggiamento passivo o dà segnali ambigui dovrà scoprire se l’altra persona è disponibile”, ha spiegato il governo nel presentare la legge, che norma anche il reato di “stupro colposo” per il quale potrà essere condannato un uomo sulla base dell’incertezza che la donna avesse accettato o meno il rapporto. “Se non sei sicuro, lascia perdere””, ha chiosato il premier Stefan Lovfen.
Come si farà dunque a definire la fattispecie della violenza sessuale? L’oggettività cede totalmente il passo, offrendo il fianco anche ad eventuali cambi di idea della “vittima” – le virgolette diventano a questo punto d’obbligo. Il forte rischio è che basterà una generica accusa, corredata magari da “sensazioni” – per loro natura del tutto soggettive – per arrivare ad una condanna. Non ci credete? L’accademia di Svezia è già stata capofila in tal senso: il premio Nobel per la letteratura quest’anno non sarà assegnato perché il marito di una giurata avrebbe – ma nulla è stato ancora provato – perpetrato molestie nei confronti di alcune donne.
Nicola Mattei


4 Commenti

  1. Il fallimento morale di un paese e una politica suicida sulla integrazione provocano queste ridicole e insulse leggine sinistre e comunistelle che porteranno all’arresto di qualche poveraccio svedese alticcio che , inconsapevole verso il gentil sesso , tenterà approcci un po’ esagerati………ma oramai anche in Svezia di sodomiti e ermafroditi ce ne sono in quantità per cui tale legge resterà tanto ridicola quanto inutile.

  2. naturalmente la legge sarà ad uso esclusivo dell’uomo bianco cristiano europeo, non certo delle “risorse” che non hanno molto da perdere… può essere l’istituzionalizzazione di quell’isteria collettiva chiamata Meetoo, dove vi sono solo accuse generiche basate sul nulla ma prese automaticamente per buone… vedi Weinstein

  3. ah,ah,ah,ah….
    postata in un altro forum,
    in tempi non sospetti:
    “quindi alla luce dei recenti sviluppi
    nelle leggi che regolano
    i rapporti interpersonali
    suggerisco a tutte le donne del forum di scaricarsi
    il seguente testo….
    stamparlo ed utilizzarlo alla bisogna.
    ———————————————————————-
    DICHIARAZIONE DI ASSENSO ALL’ATTO SESSUALE
    io sottoscritta ……………………………
    nata il……………………………………
    e residente a………………………………
    in via…………………………………….
    dichiaro con quest’atto privato tra le parti
    valido come liberatoria ad ogni senso delle leggi
    penali e civili fin qui vigenti,
    IL MIO CONSENSO
    ad un singolo
    incontro di natura sessuale
    con il signor…………………………………………
    nato il………………………………………………
    e residente a…………………………………………
    in data………………………………………………
    nell’ora e nel nel luogo di seguito
    indicato……………………………………………..
    dichiaro altresì che al momento della firma dello stesso
    la sottoscritta è nel pieno possesso delle sue facoltà mentali,
    nonchè
    libera da qualsivoglia influenza di alcool o sostanze psicoattive.
    dichiaro infine che il suddetto consenso
    è pieno e non estorto
    e il rapporto sessuale è da intendersi libero
    e non limitato in nulla
    ad eccezione di
    …………………
    …………………
    …………………
    …………………
    …………………
    …………………
    verona li
    ecc ecc ecc
    firma
    ———————————————————————-
    sembra uno scherzo,vero?
    ma non lo sarà per molto,se le cose vanno avanti così.”
    ….
    cos’è che dicevo?
    ah,si…
    “non lo sarà per molto,se le cose vanno avanti così”
    e infatti,va tutto per il meglio.

Commenta