Raqqa, 8 giu – Le forze curde che guidano le SDF (Syrian Democratic Forces) di cui fanno parte anche gruppi islamisti del Free Syrian Army, come Liwa Thuwar al-Raqqa, precedentemente alleati del Fronte Al Nusra (Al Qaeda), sono entrate poco fa nei quartieri della periferia ovest di Raqqa, capitale dal 2014 del sedicente califfato dell’Isis. Appena due giorni fa le “Forze democratiche siriane”, fondate ed appoggiate ingentemente dagli Stati Uniti, avevano annunciato la fase finale delle operazioni per la liberazione della città siriana. Ora i combattimenti si stanno svolgendo soprattutto nei quartieri occidentali della città e già numerose sarebbero le vittime tra la popolazione civile. Nel frattempo, l’Esercito siriano sta avanzando verso Raqqa dalla sponda oltre l’Eufrate, incalzando le posizioni dell’Isis oramai in rotta. Nei prossimi giorni, la liberazione dell’antica città-fortezza romana segnerà non solo la sconfitta definitiva dell’Isis come entità territoriale, ma i futuri assetti tra forze filo-USA e legittimo governo siriano sulla linea di demarcazione dell’Eufrate.


Giovanni Feola

Commenta